1/1

30/31 MARZO - 1 APRILE 2O18

CONFERENZA SULLA PIOGGIA

Versione ridotta dell'omonimo testo di
JUAN VILLORO
Tradotto da 
M.CRISTINA SECCI

 

con

ROBERTO GARCIA SUAREZ

Regia

LAURA IACHETTA

Scenografie

GEMMA RAURELL
Musiche Originali

MANUEL GUERRERO
Luci

GABRIELE CARPEGNA
Consulenza costume

LAURA IBARRA

LO SPETTACOLO

Cosa succede se perdi le chiavi o il portafogli? Cerchi di ricordare dove hai lasciato quell'oggetto, cerchi nella memoria l'ultima volta che l'hai visto. E se perdi la persona amata? Rivivi il primo incontro; ripensi ai suoi tic, alle sue manie, ai momenti passati insieme. E poi ti sovviene l'attimo in cui la perdesti. C'era il sole, era notte o pioveva?

Conferenza sulla pioggia parla di un bibliotecario che ha perso gli appunti del suo discorso. Prontamente si mette a improvvisare, a spiegare la pioggia cantata dai grandi poeti: cita Dante, Cortazar, passando per Verlaine, Cummings, Neruda e altri ancora. Il filo del discorso prende direzioni imprevedibili, il protagonista prosegue temerario con la conferenza, narrando gli episodi piú significativi della sua vita, senza mai abbandonare l'ausilio delle citazioni e del linguaggio poetico, propri di colui che vive circondato dai libri.
 

 

GALLERIA FOTO

Foto di Gianni Mattonai

pulsante tutte le foto.png